Deodorante spray fai da te

Realizzare un deodorante spray è un'attività rapidissima, che richiede soli 4 ingredienti!

2
6105

Non compro più un deodorante da almeno 10 anni. Quando ho guardato la lista di ingredienti di un noto e carissimo deodorante bio, ho capito che potevo farmi il deodorante spray senza problemi, per pochi spiccioli e a poca produzione di rifiuti.

Il deodorante in crema su di me ha sempre sortito un effetto contrario… io mi trovo bene solo con questo deodorante spray all’alcol. Attenzione però che l’alcol non è affatto innocuo! Da non usare assolutamente su pelle irritata o appena depilata. Tutte le persone sensibili all’alcol devono evitarlo. Va in ogni caso usato con parsimonia, perché l’alcol è neurotossico. Spruzzatelo quindi a piccole dosi, in luogo ben aerato.

Fatte le debite premesse, ecco cosa vi serve:

  • 32 g di alcol da liquori
  • 9 g di glicerina vegetale
  • 9 g di acqua distillata o idrolato
  • 5 gocce di olio essenziale (anche gli oli essenziali vanno usati con parsimonia).

L’alcol così diluito è fondamentalmente un antibatterico, che evita la proliferazione dei microrganismi, la cui attività genera cattivi odori. L’olio essenziale in aggiunta ha un effetto coprente. La glicerina serve a rendere il prodotto più emolliente e meno aggressivo.

Questo deodorante spray si conserva almeno 6 mesi, ricordatevi di scrivere sopra la data di quando l’avete fatto!

Per approfondimenti sui cosmetici fai da te potete leggere il mio libro Pulizie creative, pubblicato da Altreconomia (2021).

Grazie a Ateneriena per le musiche e a Elisabeth Fugatti per le grafiche!

Se volete stare aggiornati sulle #autoproduzionistantanee seguite il mio canale YouTube e in particolare la Playlist Autoproduzioni Istantanee!

2 Commenti

  1. Io uso da qualche anno una miscela di bicarbonato di sodio (il classico bicarbonato da cucina). Aggiungendo dall’alcol è ancora meglio, sia per l’azione antibatterica (attuata anche dal bicarbonato stesso in quanto genera un ambiente alcalino), sia per mantenere l’ugello dello spray più pulito.

    Se, a proposito, l’ugello si dovesse otturare, basta sciacquare con acqua calda e torna a funzionare.

    L’importante, durante la preparazione della miscela, è far sì che non rimanga bicarbonato sul fondo, quindi meglio preparare separatamente fino a completa solubilizzazione!

    Nessun odore, nessun alone, nessun fastidio!
    In teoria si potrebbe aggiungere qualche essenza se proprio si desidera un po’ di profumo… ma io, francamente, preferisco la neutralità!

    • Grazie Elio del tuo contributo!
      In realtà il bicarbonato non ha alcuna azione antibatterica. Anzi, l’ascella preferirebbe un pH acido.
      Se metti circa 96 g di bicabonato in un litro di acqua a temperatura ambiente la soluzione è satura. Se ne aggiungi ancora il bicarbonato resterà necessariamente sul fondo, perché non potrà più solubilizzarsi.
      Poi, resta l’aspetto soggettivo: se ti ci trovi bene, è perfetto per te!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui